Home / News Online / Google Car diventano realtà e riconoscono i bambini

Google Car diventano realtà e riconoscono i bambini

Le Google Car diventano realtà e andranno in giro per le strade del Texas e della California, complessivamente, nella fase iniziale, saranno 48 esemplari.

La Google Car dunque diventa realtà e continueranno a viaggiare per il mondo, dopo gli oltre 2 milioni di chilometri percorsi fino ad ora, ma c’è una grossa novità le auto del gigante di Mountain View, saranno capaci di riconoscere i bambini.

“Insegniamo alle nostre auto a guidare con maggiore cautela in presenza dei bambini” queste le parole del portavoce di Big G, nel rapporto mensile si legge anche: “Se i sensori riconoscono bimbi, in maschera o meno, il software capisce che possono comportarsi diversamente (dagli adulti). I loro movimenti possono essere più imprevedibili – attraversano improvvisamente la strada, o corrono lungo un marciapiede – e la loro presenza può essere nascosta dai veicoli parcheggiati”.

Il tutto è stato sperimentato proprio nel periodo di Halloween proprio per prendere in “esame” i bambini eventualmente vestiti e in maschera, un passo in avanti nella tecnologia e soprattutto nella sicurezza delle Google Car.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *