Home / News Online / Renzi come Berlusconi, via tassa sulla prima casa
renzi-e-le-tasse

Renzi come Berlusconi, via tassa sulla prima casa

Il premier Matteo Renzi promette una diminuzione delle tasse e l’eliminazione dell’Imu sulla prima casa a partire dal 2016.
All’assemblea nazionale del Pd, tenutasi a Milano nell’auditorium dell’Expo, Matteo Renzi ha promesso tagli all’Irpef nel 2018, nel 2017 Ires e Irap.
Ovviamente a Milano ha parlato anche di pensioni che subiranno dei miglioramenti sempre a partire dal 2018. Al solito le parole di Renzi sono state viste come “promesse da campagna elettorale”.

Alfredo D’Attorre, giovane bersaniano, ha commentato le parole di Renzi come “pura e semplice propaganda“, in realtà ci sono seri problemi all’interno del Partito Democratico.

Gianni Cuperlo: “In tutta Europa c’è una tassa progressiva sulla casa – spiega il parlamentare triestino – non si può tagliare le tasse a tutti allo stesso modo. Ma quello della casa è un finto problema, prima ci sono da sciogliere ben altri nodi“.

Gli amministratori locali vedrebbero l’eliminazione parziale dei fondi agli enti locali.
Pierfrancesco Majorino ed Emanuele Fiano, candidati alle primarie di Milano temono di perdere il consenso di Renzi e parlano di ottima proposta.
Il piano non è ancora stato spiegato nei dettagli, i tagli avverranno su tre anni“, dice Fiano che provando ad entrare nel merito della spending review dice di contare sullo sblocco dei fondi infrastrutturali.
Majorino afferma: “L’importante è non tagliare i fondi agli enti locali“.

Forza Italia: “soltanto annunci”.

About Stefania Pedroso

Content writer collaboratrice a tempo pieno, si occupa di notizie di spettacolo, gossip, tecnologia e cronaca.

Check Also

poker online

Poker: emozioni, innovazione e super computer

Nonostante il Poker sia spesso associato con i nostri tempi, questo rinomato gioco di carte …