Home / News Salute / Primo braccio robotico interamente comandato dal cervello
Primo braccio robotico interamente comandato dal cervello

Primo braccio robotico interamente comandato dal cervello

Sviluppato grazie alla ricerca del California Institute of Technology, il primo braccio robotico comandato dal cervello umano.

Erik Sorto, ha potuto beneficiare di questa invenzione, l’uomo paralizzato da dieci anni è riuscito grazie al pensiero a comandare il braccio robotico che hanno sviluppato, il tutto raccontato dalla riviste Science.

Sono stati praticamente impiantati due microchip formati da 96 micro elettrodi, nella corteccia celebrale, questi microchip non fanno altro che registrare l’attività celebrale, gli stessi segnali del cervello vengono trasformati in impulsi elettrici che poi vengono inviati al braccio robot.

Erik Sorto ha contribuito anche con un video per dimostrare la validità del progetto sviluppato dalla California Institute of Technology, riesce ad utilizzare un frullatore attraverso il braccio robotico, inoltre riesce anche ad avvicinare una piccola bottiglia con una cannuccia alla sua bocca.

Lo stesso Erik ha confermato: “Dall’inizio sono stato entusiasta all’idea di far parte del team e di contribuire a uno studio per aiutare persone nella mia condizione”. Un passo in avanti enorme, ed una variante non indifferente rispetto ad altri test del genere, in questo caso i microchip sono stati installati nella parte legata alle intenzioni del nostro cervello.

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Ottima Notizia arriva dal ministero della salute: il ministro Beatrice Lorenzin si impegna per il …