Home / World / Polonia, non si venderà più il campo di sterminio di Belzec
Polonia, non si venderà più il campo di sterminio di Belzec

Polonia, non si venderà più il campo di sterminio di Belzec

Dopo che era stato messo in vendita il campo di sterminio di Belzec in Polonia al confine con l’Ucraina, si era sollevato un “polverone” di critiche e proteste per la decisione presa dalle autorità locali e dalla ferrovie polacche.

Dopo questo clamore a livello mondiale, si è fatto un passo indietro ed è stata bloccata la vendita del campo di sterminio, considerato uno dei lager peggiori di un terribile capitolo della storia mondiale.

Il campo di sterminio sarebbe andato all’asta il prossimo 22 giugno, da un prezzo di partenza di 39.000 euro e il miglior offerente sarebbe diventato il proprietario dell’ex Kommandantur, edificio dove i nazisti prendevano le decisioni che riguardavano la vita o meglio la morte quotidiana del campo di Belzec.

Le ferrovie polacche hanno dato l’annuncio con un comunicato ufficiale, che recita: “Per mancanza di interesse. In accordo con il Museo di Stato di Majdanek e il comune di Belzec che penseranno ad una nuova destinazione d’uso per l’immobile in oggetto. PKP si impegneranno garantire che le proprietà che hanno un valore storico, vengano trasferite ai governi locali gratuitamente. Faremo ogni sforzo perché l’ex Kommandantur passi a un Museo o una Fondazione in conformità con la legge”.

 

About Alessandra Forte

Content writer per passione, laureata in economia marittima e del commercio, ama lo sport e la musica.

Check Also

Mattarella Tricolore simbolo di unita

Mattarella: “Tricolore simbolo di unità anche per nuovi italiani”

Oggi 7 gennaio si celebra la Giornata Nazionale della Bandiera, conosciuta anche come Festa del …