Home / World / Francia, cibo in scadenza ai poveri o per l’energia
francia-cibo-in-scadenza

Francia, cibo in scadenza ai poveri o per l’energia

L’Assemblea nazionale francese ha votato tre emendamenti all’unanimità la legge sulla transizione energetica. I negozi ed i supermercati dovranno cercare di ridimensionare lo spreco alimentare. Sarà obbligatorio per la grande distribuzione portare alle onlus il cibo, che è in scadenza ma ancora buono, e utilizzare gli scarti alimentari per ricavare energia.

Queste soluzioni sono state presentate dal deputato socialista ed ex sottosegretario all’Agroalimentare Guillaume Garot, e dunque imporre il divieto per i supermercati di “rendere inutilizzabili” i prodotti scaduti o vicini alla scadenza.

I punti vendita dovranno portare gli alimenti, ancora commestibili presso associazioni caritatevoli, o indirizzare gli stessi prodotti al compostaggio e alla produzione di energia. Questa norma riguarda i supermercati di oltre 400 metri quadrati, che saranno obbligati a sottoscrivere delle convenzioni con associazioni caritative. Sia centrosinistra che centrodestra hanno votato Si agli emendamenti. Il promotore del provvedimento intende questa norma come un buon inizio. Ora bisogna continuare per sensibilizzare i cittadini e formare gli operatori.

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Mattarella Tricolore simbolo di unita

Mattarella: “Tricolore simbolo di unità anche per nuovi italiani”

Oggi 7 gennaio si celebra la Giornata Nazionale della Bandiera, conosciuta anche come Festa del …