Home / News Online / Youtube propone i nuovi servizi premium a pagamento
Youtube propone i nuovi servizi premium a pagamento

Youtube propone i nuovi servizi premium a pagamento

Youtube pronta sempre più a combattere il colosso online Netflix, la grande piattaforma di condivisione video in streaming, proporrà infatti anche alcuni servizi premium.

Un progetto legato allo streaming Music Key, un servizio a pagamento che ha debuttato lo scorso novembre, la piattaforma di condivisione video, infatti, è un colosso dello streaming online, un vero e proprio must per tutto il popolo di internet, ma, come hanno evidenziato i dati, non riesce a “convertire” come dovrebbe.

In pratica Youtube, pur essendo un colosso non riesce a fornire guadagni proporzionali alle sue potenzialità, ecco perché, si vuole cercare di creare un connubio tra i servizi premium a pagamento e i normali servizi con le pubblicità video.

Dunque Google è disposta a creare una sorta di servizio di tv e musica online, fornendo pacchetti di servizi premium così come Netflix e altri colossi come Spotify, di sicuro l’azienda pensa più ad un servizio in stile “Apple Music” piuttosto che un servizio di tv in streaming, che sembra molto meno probabile.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *