Home / News Salute / Una molecola da iniettare contro il doppio mento
doppio-mento-con-iniezioni

Una molecola da iniettare contro il doppio mento

doppio-mento-con-iniezioni

La soluzione per eliminare il doppio mento è stata trovata dalla Food and Drug Administration, Fda, che ha individuato un trattamento che produce l’assorbimento del grasso proprio nella zona del mento. La molecola che si inietta con siringhe eseguito da personale medico  ha il nome di Kybella.

Simile all’acido desossicolico che è un prodotto del corpo umano, faciliterebbe l’assorbimento dei grassi.

Kybella va iniettata in loco, la membrana esterna delle cellule del grasso sono disintegrate e distrutte. Attenzione alla modalità di iniezione per questa sostanza, uno degli effetti collaterali potrebbe essere la morte anche di altre cellule.

Tra gli effetti collaterali da non sottovalutare ci sono le contusioni, i rigonfiamenti e l’intorpidimento dell’area.

La terapia può essere praticata fino a  4-6 volte, la durata è di cinque minuti, il soggetto dopo l’iniezione dovrà applicare del ghiaccio localmente.

Kybella sarà disponibile sul mercato americano a giugno

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Ottima Notizia arriva dal ministero della salute: il ministro Beatrice Lorenzin si impegna per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *