Home / World / Turchia picchia sua moglie e il giudice condanna la donna
Turchia picchia sua moglie e il giudice condanna la donna

Turchia picchia sua moglie e il giudice condanna la donna

Arriva dalla Turchia una notizia che se è accertata sia vera è scandalosa e dovrebbe fare indignare le donne di tutto il mondo, in particolare quelle vittime di violenza da parte dei proprio mariti, compagni e fidanzati.

Secondo quanto si apprende dalla stampa di Ankara una donna turca vittima da diverso tempo di violenze da parte del marito, è stata condannata da un giudice per aver provocato delle lesioni alla mano di lui.

Le lesioni sulla sua mano, probabilmente il marito se l’è procurate nell’atto di picchiare con violenza la donna.

La moglie aveva già in precedenza denunciato il marito e viveva con i figli in un rifugio della città l’uomo continuava a picchiare sua moglie durante le visite che gli venivano concesse per vedere i figli.

La vittima di queste violenze non soltanto non ha visto tutelati i suoi diritti da questo giudice turco ma è stata accusata di violenza contro il marito e condannata a pagare una multa di tremila lire turche.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Alessandra Forte

Content writer per passione, laureata in economia marittima e del commercio, ama lo sport e la musica.

Check Also

Mattarella Tricolore simbolo di unita

Mattarella: “Tricolore simbolo di unità anche per nuovi italiani”

Oggi 7 gennaio si celebra la Giornata Nazionale della Bandiera, conosciuta anche come Festa del …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *