Home / News Online / Trivellazioni petrolifere gli italiani non sono d’accordo
Trivellazioni petrolifere gli italiani non sono daccordo

Trivellazioni petrolifere gli italiani non sono d’accordo

Trivellazioni petrolifere gli italiani non sono daccordo

Il decreto Sblocca Italia non fa proseliti, secondo un sondaggio gli italiani non sono favorevoli alle trivellazioni petrolifere sul nostro territorio.

Il sondaggio rivela come le misure del decreto siano davvero molto discusse, su mille persone intervistate solo il 37% sarebbe teoricamente d’accordo alle trivellazioni petrolifere, mentre un 11% non sa cosa rispondere, il resto è contrario.

Il sondaggio è stato effettuato a cura della Lorien Consulting che ha suddiviso, secondo gli intervistati, anche l’appartenenza politica, i partiti sono praticamente spaccati a metà, Ncd mostra un 44% favorevole e un 44% contrario, il Pd ugualmente un 48% favorevole e un 47% contrario, mentre per il Movimento Cinque Stelle un 39% favorevole e un 37% contrario.

Dunque gli italiani, secondo il sondaggio, si esprimono complessivamente contro le trivellazioni petrolifere, sostenendo invece la produzione italiana legata all’agricoltura, come simbolo del nostro Paese.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *