Home / News Online / Silvio Berlusconi assolto per il caso Ruby
berlusconi-assolto

Silvio Berlusconi assolto per il caso Ruby

Silvio Berlusconi è stato assolto e la Cassazione di Milano ne ha spiegato le motivazione. Il dieci marzo Berlusconi è stato assolto per il caso Ruby.
Ad Arcore c’erano sì festini a luci rosse, ma non c’è prova che l’ex cavaliere potesse conoscere l’età delle ragazze che vi partecipavano. Solo a vista è difficile stabilire l’età di una ragazza vestita e truccata.
Silvio Berlusconi non è stato condannato per aver rapporti intimi con minorenni.

La Cassazione di Milano, dopo le indagini della Procura di Milano sul reato contestato a Silvio Berlusconi, ha deciso di non sottoporre l’ex leader di Forza Italia ad un processo solo per le accuse ricavate dalla stampa. Nel processo si è tenuto conto anche del ruolo del giornalista, Emilio Fede ad Arcore. Il giornalista era anche amico e per lui il denaro di Berlusconi, era come una protezione. L’ex direttore del TG4 per questo motivo forse potrebbe non aver informato Silvio Berlusconi sull’età di Ruby. Per lui era più importante condividere i divertimenti.
Così la Cassazione di Milano assolve Silvio Berlusconi dalle accuse.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Stefania Pedroso

Content writer collaboratrice a tempo pieno, si occupa di notizie di spettacolo, gossip, tecnologia e cronaca.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *