Home / News Online / Paolo Ligresti si è consegnato ai magistrati
paolo-ligresti-si-consegna-ai-magistrati

Paolo Ligresti si è consegnato ai magistrati

Sono passati due anni da quando Paolo Ligresti è stato condannato ed è scappato in Svizzera.
Palo Ligresti si è consegnato alla Guardia di Finanza di Milano alla frontiera italo-elvetica di Ponte Chiasso.

Ricercato dal 2013 per aggiotaggio e falso in bilancio aggravato. Le indagini condotte dalle procure di Milano e Torino hanno dimostrato che la famiglia Ligresti e i manager di fiducia avrebbero nascosto i debiti che avrebbero portato al fallimento il gruppo assicurativo Fonsai (Sai, Fondiaria e Milano Assicurazioni, controllate attraverso la holding Premafin).
Il Gruppo Fonsai è stato rilevato da Unipol.

Paolo Ligresti ha trascorso la latitanza in una villa in Svizzera, aveva infatti la cittadinanza elvetica già da prima cha accadesse il tutto.

Il processo si è svolto sia a Torino che a Milano, dove è in corso l’udienza preliminare che proseguirà dopodomani. Il gup Andrea Ghinetti ha ammesso come parti civili circa duemila azionisti danneggiati di Fonsai, Premafin e Milano assicurazioni.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *