Home / News Online / Modella sfila sullo sfondo sbarchi di immigrati
immigrati-in-florida

Modella sfila sullo sfondo sbarchi di immigrati

La modella sfila sulla spiaggia, viene ripresa in un video, alle sue spalle lo sbarco di immigrati
“Quella barca mi sta rovinando il video”, avrà pensato all’inizio Ekaterina Juskowski.
Siamo a Miami beach in Florida.
Sono le sei del mattino del dieci luglio scorso.

Ekaterina Juskowski, è un’artista visuale e cofondatrice dell’associazione Miami Girls, e sta riprendendo una modella che passeggia sulla spiaggia.

In fondo si vede in lontananza una barca, che si arena a pochi metri dalla riva, da questa scendono otto persone.
Si tratta di migranti irregolari, arrivati con questo sbarco su una delle spiagge più famose del mondo.

I migranti scendono dalla barca, prima nell’acqua, poi a riva sulla sabbia, e via verso la città. In pochi attimi spariscono tutti.

Juskowski, ha origini russe, è arrivata a Miami quando aveva 18 anni.
Ha detto di aver provato “compassione” davanti a quella scena. “Vedere come della gente inizi la sua nuova vita saltando giù dalla barca e correndo in città, mi ha fatto sembrare più piccoli i miei problemi personali”.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Stefania Pedroso

Content writer collaboratrice a tempo pieno, si occupa di notizie di spettacolo, gossip, tecnologia e cronaca.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *