Home / News Salute / Le analisi a pagamento sono 180
tac-e-risonanze-a-pagamento

Le analisi a pagamento sono 180

Le Tac e le risonanza magnetiche agli arti, e l’Rnm con mezzo di contrasto per la colonna vertebrale saranno considerate analisi ad alto costo.
E ancora l’odontoiatria pubblica solo per i ragazzi con età inferiore ai 14 anni, e per i pazienti disagiati.
La definizione dei criteri prescrittivi si associa a 180 prestazioni sanitarie su 1.700 presenti.
L’obiettivo è quello di ridurre i costi della sanità pubblica.
Il decreto dovrà essere adottato entro 30 giorni dall’entrata in vigore del Dl enti locali.
Renato Botti, direttore generale della Programmazione del ministero, dopo l’incontro fra il ministro Beatrice Lorenzin, i sindacati e la Federazione degli Ordini dei medici, avvenuto in contemporanea all’approvazione del decreto ha dichiarato le condizioni.
Il ministro ha definito il confronto “proficuo” e secondo la responsabile della sanità, ha chiarito le incomprensioni.
Non abbiamo nessuna intenzione di usare la scure o di mettere in discussione la prevenzione o la tutela della salute. Le misure saranno condivise con i medici”.

Botti ha spiegato che il sistema sanitario vorrebbe offrire prestazioni efficaci.
Per l’odontoiatria, il dirigente ha spiegato che si tratterà di uniformare i criteri. “Nessuno impedisce alle Regioni che vogliano offrire di più di farlo – ha precisato Botti – ma questo ovviamente non riguarda le Regioni in Piano di rientro“.
I test genetici “hanno avuto un grosso sviluppo, ma sono stati spesso posti a carico del Ssn quando non erano necessari”.
Le Tac e le risonanze se considerati eccessivi rispetto alle evidenze scientifiche verranno rivisitate.
Gli esami di laboratorio saranno previsti soltanto per specifici sospetti diagnostici. “Nessuno – ha spiegato ancora Lorenzin – negherà una Tac necessaria, come qualcuno ha detto. Quello che abbiamo tentato di fare è limitare le distorsioni, non certo la prevenzione. Vogliamo evitare di fare il copia-incolla di un elenco di prestazioni che non servono“.

Ciò che viene risparmiato deve essere reinvestito in sanità”. Per Lorenzin, è importante non agire con la logica dei tagli – “il Fondo sanitario non si può più tagliare”, ha ripetuto ancora una volta – ma attuando una spending review che però non sarà fatta “non con l’accetta”.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Stefania Pedroso

Content writer collaboratrice a tempo pieno, si occupa di notizie di spettacolo, gossip, tecnologia e cronaca.

Check Also

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Ottima Notizia arriva dal ministero della salute: il ministro Beatrice Lorenzin si impegna per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *