Home / News Online / Google la password è nell’iride degli occhi
Google la password ne iride degli occhi

Google la password è nell’iride degli occhi

Google guarda sempre avanti forse più di ogni altra azienda tecnologica, ecco perché si è prodigata per depositare il nuovo brevetto legato alle lenti a contatto che scansionano l’iride dell’occhio.

Il futuro infatti della sicurezza, in qualsiasi campo, potrebbe essere stampato direttamente nei nostri occhi, un codice naturale che sarà letto da queste speciali lenti a contatto e che potrà servire come password per qualsiasi tipo di servizio.

Aprire la porta di casa automaticamente? Semplice solo il proprietario che sarà scansionato attraverso le lenti a contatto, così come ad esempio sbloccare uno smartphone per utilizzarlo, le applicazioni sono praticamente infinite nel campo della sicurezza.

Dunque l’iride dei nostri occhi potrebbe essere un codice, praticamente irripetibile, per un sistema di identificazione ineccepibile, d’altronde l’idea è innovativa ma è comunque applicata in altri campi, ad esempio l’azienda Novartis ha sviluppato delle lenti a contatto che monitorano i parametri per i pazienti affetti da diabete.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *