Home / News Online / Gasparri a processo per un tweet
gasparri-processato-per-ingiurie-via-twitter

Gasparri a processo per un tweet

Maurizio Gasparri è stato rinviato a giudizio per un insulto scritto via Twitter. Il Corriere della Sera riporta che, il senatore dovrà comparire davanti al giudice di pace di Pavia il 21 settembre. La motivazione è un insulto scritto contro Riccardo Puglisi, ricercatore di economia dell’ateneo di pavia e responsabile delle politiche economiche del movimento di Corrado Passera Italia Unica.

Sarà il primo processo per insulto sui social network. La lite aveva per oggetto il ruolo dell’ex presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, sull’economia e sulla lotta alla mafia. «Ignorante presuntuoso fai vomitare», aveva digitato in privato Gasparri il 30 agosto del 2013 a Puglisi.

Riccardo Puglisi, al contrario era dalla parte di Carlo Azeglio Ciampi ed era d’accordo sulle sue azioni e la lotta contro le cosche mafiose.

Il senatore dell’allora Pdl aveva detto che l’ex presidente avrebbe portato solo danni all’Italia ed fatto male a cancellare il 41bis ai boss.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *