Home / News Online / Energia prodotta con specchi ed un motore Stirling
energia-pulita-in-sud-africa

Energia prodotta con specchi ed un motore Stirling

L’energia solare prodotta da enormi specchi, dala società svedese Ripasso. Essa ha messo a punto queste parabole e le ha utilizzate nel Sud Africa. Il nuovo sistema di sfruttamento dell’energia solare si basa su due parabole del diametro di dodici metri.

Si tratta di un sistema molto efficiente che serve per produrre ad energia solare green. Il sistema utilizza enormi piatti da 104mq fatti di specchi, con 12 metri di diametro. Sono posizionati nel deserto e si pongono come obiettivo di trasformare il 34% della luce che li colpisce in energia. E’ un sistema fotovoltaico molto efficiente.

Oggi gli impianti che sfruttano il fotovoltaico riescono a trasformare solo fino al 23% della luce solare in energia. L’impianto di nuova produzione è più efficiente in quanto concentra, grazie agli specchi, la luce in un unico punto. Poi entra in gioco il motore ad aria calda Stirling, inventato dallo scozzese Reverendo Robert Stirling nel 1816.

Il motore nasce come alternativa al motore a vapore.

Questo impianto copre il fabbisogno energetico di 24 nuclei familiari.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *