Home / News Online / Casinò, star del badminton gioca a baccarat e dice addio al sogno olimpico
Casinò, star del badminton gioca a baccarat e dice addio al sogno olimpico
Casinò, star del badminton gioca a baccarat e dice addio al sogno olimpico

Casinò, star del badminton gioca a baccarat e dice addio al sogno olimpico

Olimpiadi di Rio del 2016 fatali per il numero due del ranking mondiale nel badminton. Trattasi del giapponese Kento Momota che, in particolare, è stato clamorosamente squalificato per essere andato a giocare al Casinò. In Giappone è severamente vietato giocare nei casinò, ed il fatto che Kento Momota lo abbia fatto fuori dai confini nazionali, non è bastato per sfuggire alla squalifica da parte della sua federazione.

In accordo con quanto riportato da LaStampa.it, oltre al danno per Kento Momota è arrivata la beffa in quanto al casinò avrebbe perso 5000 dollari giocando a baccarat. La squalifica è curiosa visto che il sogno olimpico per l’atleta non è svanito per un caso di doping, per guida in stato di ebbrezza o perché si è macchiato di pubblicità occulta. Fatale per la star del badminton è stata ‘solo’ la sua passione per il gioco alla quale, lontano dalla patria, non ha saputo resistere!

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Redazione

La redazione di RP - News pubblica contenuti scritti a più mani, sempre aggiornati per gli utenti del web.

Check Also

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

Casino online 2017, a marzo la spesa registra un balzo a due cifre

In Italia la spesa nei casino online, nel mese di marzo del 2017, si è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *