Home / News Salute / Aids, italiani individuano il nascondiglio dell’Hiv

Aids, italiani individuano il nascondiglio dell’Hiv

hivGrande scoperta è stata fatta dai ricercatori dell’International Centre for Genetic Engineering and Biotechnology di Trieste: per la prima volta è stato individuato il nascondiglio del virus HIV e da ora in poi si potranno realizzare dei farmaci migliori che potranno attaccare in modo più efficace il virus.

L’HIV è molto intelligente perchè riesce ad inserire il proprio DNA nelle cellule che infetta senza lasciare traccia, ma ora questo questo enigma è stato finalmente risolto.

I ricercatori hanno scoperto che il virus si rintana prima nella membrana esterna che delimita il nucleo della cellula e poi misteriosamente scompare perchè si unisce ai cromosomi della cellula infettata.

Questo studio, pubblicato sul sito della rivista Nature, potrebbe aiutare molto la medicina a sconfiggere l’AIDS e, per chi non ha fiducia nel nostro paese, ancora una volta i ricercatori italiani dimostrano di avere quel talento sufficiente a fornire un enorme aiuto agli scienziati di tutto il mondo.

CasinòBonus GratisBonus di benvenutoRequisitiGioca
slot machine 10 euro200% fino a 100 euro20x giocabile subitoslot machine
slot machine 30 euro1200% fino a 300 euroReal Bonusslot machine
slot machine 20 euro250% fino a 500 euro22x da sbloccareslot machine
slot machine 88 euro - vincita massima 8 euro125% fino a 500 euro30x giocabile subitoslot machine
slot machine nessuno25% o 100% in base alla somma depositata20x da sbloccareslot machine
slot machine 10 euro100% fino a 1000 euro30x da sbloccareslot machine

About Elisa Carriero

Appassionata di scrittura, è una content writer di provata esperienza, una delle sue passione è la musica.

Check Also

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Benessere femminile, il ministro della Salute Lorenzin ha firmato il manifesto

Ottima Notizia arriva dal ministero della salute: il ministro Beatrice Lorenzin si impegna per il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *